Il regno di Maiorca
I Sovrani del Reino de Mallorca

HOME PORTALTURISMOHOTEL

Tour Spagna Tour Portogallo Tour Andorra Tour Marocco weekend in spagna Home Portalturismohotel Español Accueil Portalturismohotel Fraçaise Home Portalturismohotel English Raisen katalog Reiseveranstalter in Spanien
NELLA PAGINA:
REGNE DE MALLORCA - REINO DE MALLORCA - REGNO DI MAIORCA

- Breve storia del Regno di Maiorca
- La conquista di Mallorca. Jaume I.
- Motivi della conquista
- Composizione del regno di Mallorca
- El Consell General de Mallorca
- I re di Maiorca:
. - Jaime I el Conquistador
. - Jaime II di Maiorca
La conquista delle Baleari -
. - Alfonso III di Aragona
. - Jaume II di Aragona
. - Sancho I de Mallorca, el Pacífico
. - Jaime III de Mallorca, el Temerario
. - Jaime IV de Mallorca

.- Indice delle pagine
Guida turistica della Spagna
REGNO DI MAIORCA
Cerca in Portalturismohotel.com:
Regno di Moaiorca


BREVE STORIA DEL REGNO DI MAIORCA. REGNE DE MALLORCA (CAT)
Il Regno di Maiorca durò 112 anni e fu caratterizzato da lotte fratricide e consanguinee. I In ciascuna "biografia" dei sovrani, i motivi della tensione tra la Corona di Aragona ed il REGNO INDIPENDENTE DI MAIORCA.
Però non tutto fu negativo, fu costruita l'attuale cattedrale, il Bellver, L'Almudaina e il palazzo reale di Perpignan e soprattutto fu creato il Gran i Consell General  che è sulla falsa riga delle Corti Catalane ma più dinamico e rappresentativo. La storia di ciascun protagonista ricompone un'unica vicenda "umana e intrigante allo stesso tempo" tipica della politica medievale...

I MOTIVI CHE DETERMINARONO LA CONQUISTA DELLE BALEARI.
Sono vari i motivi per i quali Jaume I el conqueridor intraprese la conquista di Maiorca.
Bisogna considerare per primo la com'era organizzata la società medievale in quegli anni. Una nuova classe di ricchi aspira ad avere sempre più merci per il suo benestare, la corona invece, impegnata nella riconquista dei territori musulmani, aveva sempre più necessità di denaro ed é chiaro che per i nobili pagare molte tasse non era affatto piacevole e spesso questo motivo portava a rivolte nobiliari. Inoltre i nobili pretendevano la decima dai contadini, le tasse dai cittadini e tutto si svolgeva più o meno in pacifico o cruento a secondo dell'animo di questi ultimi.

Per sistemare le cose e pacificare le varie parti i causa si servirono della Pau i Treva per garantire ai cittadini un trattamento equo. Nel contempo ai nobili invece, fu data la possibilità di trattenere per se parte dei territori conquistati, quindi onori e nuove ricchezze. La classe benestante poteva così usufruire del necessario, i commercianti di nuove merci e mercati ed infine i contadini potevano ripopolare terre tolte ai musulmani con i relativi benefici.

Così quella sera a Tarragona, in casa di Pere Martell il 17 novembre del 1228 si concretizza l'idea della "conquista di Maiorca" (almeno così é scritto nel libre dels feits del rei Jaume I).

Inoltre la supposta presenza di "pirati" nelle Isole Baleari rappresentava una minaccia per i  commercianti della Catalogna, da Tarragona a Barcellona che fecero una petizione al Re Jaime I per far cessare le incursioni. Riunite le corti nel Palau reial major si stabilì come e chi partecipava a questa spedizione e relativi benefici.

Parteciparono molti cavalieri traendo con se soldati, armamenti ecc. Come stabilito dal re, le terre andavano ripartite in proporzione all'impegno di ciascun nobile. Per questo venne nominato un insieme di persone quali arbitri, il vescovo di Barcellona, quello di Girona, il conte di Roussellón, il conte di Ampurias e il MAESTRO DELL'ORDINE DEL TEMPIO, cosa che ci riconduce alla storia raccontata sul Palau del Temple o Palau Reial Menor. Alla conquista parteciparono oltre gli Aragonesi e i Catalani, i templari e l'ordine di San Giovanni (Orden del Hospital de San Juan), si dice anche di un contingente di Genovesi, Francesi di Marsiglia e Narbonne, tutti contro gli Almohades di Abû Yahya.

Gli abitanti della Madina Mayurca (Palma), si parla di 49.000 persone autoctone o arabi che fossero, furono decimati e i rimanenti costretti ad emigrare. Per vedere l'intero gruppo delle Baleari sotto il controllo della Corona di Aragona bisognerà aspettare Alfonso III di Aragona come descritto in seguito.

L'ORIGINE DELLA CONTROVERSIA TRA I REGNI DI MAIORCA E ARAGONA.
Jaume I o Jaime el conquistador o meglio Giacomo I il conquistatore
dopo la conquista creò il Regno di Maiorca vassallo della Corona di Aragona (come farà successivamente con Valencia) senza le "Corti". Secondo le sue istruzioni testamentarie, oltre ad essere un feudo vassallo con l'obbligo di partecipare alle riunioni de las Cortes, prevedeva, nel caso che il re non avesse avuto figli (successione), tutto sarebbe tornato sotto la sovranità della Corona di Aragona ed inoltre non era prevista nessuna divisione delle terre. Questi furono essenzialmente i motivi della controversia tra il Regno di Maiorca e la Corona di Aragona. 
 
La composizione del regno.
Isole Baleari - il Vallespir - Roussillon (compreso Collioure ) - il Conflent, la poco conosciuta Carlat o meglio nella regione di Carlades si trovava il viscontato di Carlat che fu di Berenguer III dal 112 al 1131 e succ. inoltre la signoria o baronia di Omelas o Omelades e Montpellier (tratto da Documenta et Scripta Unv. Bcn). Aumelas attualmente corrisponde alla città di Omelas che anticamente era il contado di Omelades.

Storicamente questi Viscontati  - Provenza, Carlades, fecero parte dei possedimenti dei conti di Barcellona in quanto vennero portati in dote da Dolce de Provenza  a Berenquer III e successivamente secondo l'asse ereditario, passarono a Berenguer IV  e Alfonso II re della nascente Corona Catalo Aragonese sino ad arrivare a Jaume I el conquiredor mentre Omelas e Montpelliere appartennero a Maria di Montpelliere madre di Jaume.

IL CONSELL GENERAL DE MALLORCA -
Il Consiglio generale fu fondato nel 1249 si suppone con l'approvazione di Jaume I  e verrà sciolto alla fine della guerra di successione con il decreto "Nova Planta" da Felipe V -
Curiosità. Per certo, nel bene e nel male Barcellona e Maiorca furono unite anche in questa fase.. Barcellona fu la penultima a capitolare nel 1714 e Maiorca nel 1715.

Con già detto il Regno di Maiorca non disponeva delle Corti quindi venne creato il Gran i Consell General che a suo modo replicava le corti catalane e soddisfaceva de esigenze politico - amministrative del regno. Era residente in Maiorca  nell'attuale Ajuntament (il comune) dove esisteva la Sala de la Juraria le cui competenze erano quelle di proporre e promulgare le leggi che dovevano essere poi firmate dal re, si occupava ovviamente delle spese del regno, le opere pubbliche, del commercio, della salute , dell'educazione, della religione ed infine delle tasse. Un vero e proprio governo medievale. I membri rappresentavano le categorie dell'esercito, dei commercianti, degli artigiani, dei cittadini e delle "Città fuori porta" testualmente fora porta», extramuros.
Esisteva anche un "Consell Menor  o Segret o Consell  de trenta" composto da 30 membri il quale veniva convocato sempre nell'ambito del Gran  Consell come se fosse, in senso aleatorio,  una "Commissione incaricata di..." normalmente utilizzata per normative da approvare etc... Comunque era composto da 6 giurati, 14 cittadini e 10 "foráneos" vale a dire i rappresentanti "fora porta". Fu costituito nel 1315 al tempo di  re Sancho I,

Testo tratto da Alvaro Santamaria e da Pau Cateura Bennasser
(Universitat de les Illes Balears) .

Curiosità sulle Corti.
Le corti erano un organo che operava in collaborazione con il sovrano per l'aspetto legislativo, fiscale e giudiziale, era composta da tre bracci che rappresentavano i nobili ed i militari (braccio militare), il clero (ecclesiastico) Il re (braccio reale) con la rappresentanza dei municipi e il popolo sembra escluso. Diciamo un piccolo parlamento.
Nel Consell General de Mallorca invece, il popolo aveva i suoi rappresentanti.


I RE DI MAIORCA.
scudo re regno di Mallorca da wikipedia Jaume I el conqueridor. Fondò il Regno di Mallorca dopo aver conquistato Palma - Madina Mayurca,  nel 1229 e fu il primo re sino alla morte nel 1276.
Le isole Pitiuse, Ibiza e Formentera, furono conquistate nel 1235 da Pere I d'Urgell Guillermo de Montgrí e suo fratello Bernardo de Santa EugEnia successivamente vennero incorporate nella Corona.
L'immagine dello scudo da Wikipedia

Jaume I el conquiredor dal 1229 al 1276
Jaime II de Mallorca dal 1276 al 1286
Algonso III die Aragona el liberal  1286 al 1291
Jaume II di Aragona el giust dal 1291 al 1295
Jaime II de Mallorca dal 1295 al 1311
Sancho I de Mallorca dal 1311 al 1324
Jaime III de Mallorca dal 1324 al 1349
Annessione definitiva alla Corona di Aragona


scudo dei Conti di Barcellonaregno mallorcaJaime II de Mallorca fu re dal 1276 al 1286 e dal 1295 al 1311 - Jaume II (cat)
Possiamo considerare che Jaime II  fu il re più importante del Reino de Mallorca e forse proprio per il dovere di vassallaggio nei confronti della Corona di Aragona e per non partecipare a  " las cortes".......  Segui leggendo Jaime II de Mallorca
Cenni storici sugli episodi che portarono I DUE REGNI A FARSI LA GUERRA..

scudo dei Conti di BarcellonaLA CORONA DI ARAGONA CONQUISTA IL REGNO DI MAIORCA.
Nel 1285/1287 Alfonso III di Aragona detto el liberal (1265/1291), figlio di Pere III, conquista Menorca al re musulmano già tributario della Corona ai tempi di Jaume I nella campagna di confisca dei beni di Jaime II di Mallorca. In conseguenza di questo fatto venne proclamato re di Mallorca dal 1286 al 1291 con il nome di Alfonso I di Mallorca.

scudo dei Conti di Barcellona Jaume II di Aragona (1267/1327), Giacomo il Giusto.
Jaume II de arago conte -re figlio secondogenito di Pere III, succede al fratello Alfonso III di Aragona.
Re di Aragona, Valencia, Sicilia e Mallorca. Conte di Barcellona.

Jaume di Aragona venne convinto dal Papa Bonifacio VIII con il trattato di Anagni (1295)  a restituire le Isole Baleari a Jaime II di Mallorca sempre con il patto di vassallaggio nei confronti della Corona di Aragona a cambio, Jaume II di Aragona porrà fine ai conflitti con gli Angiou cedendo a questi la Sicilia a cambio della Sardegna e della Corsica sempre che fosse stato in grado di conquistarle. La conquista di queste isole si finalizza nel 1324 da Alfonso IV de Aragón, el Benigno (1299 /1336).

LA POLITICA MATRIMONIALE.
Jaume II usò i matrimoni come mezzo di stabilità e alleanza politica. Si sposò complessivamente quattro volte. In occasione del trattato di Anagni 1295 si unì in matrimonio con Bianca de Angió (1280/1310) figlia di Carlo II di Napoli, la quale fu l'unica a dargli eredi, ebbe nove figli tra i quali Alfonso IV de Aragón suo successore. Gli altri figli si sposarono con la finalità di mantenere buoni rapporti con i regni vicini o contee. Alcuni si ritirarono a vita religiosa. Storia dei Sovrani di Aragona.

Le scelte politiche di questo sovrano furono determinanti nei regni di Sancho I e Jaime III de Mallorca. Leggi i rispettivi capitoli. - Jame II di Aragona governò Maiorca dal 1291 al 1295

regno mallorcaJaume II di Mallorca  dal 1295 sino alla sua morte nel 1311.
Grazie all'intervento di Papa Benedetto VIII, al secolo Benedetto Caetani rientra in possesso della Corona (Tratt. di Anagni) e solo nel 1298 riconoscerà la condizione di vassallo nei confronti della Corona di Aragona con il trattato di Argiles (1298)
Segui leggendo Jaume II de Mallorca.

regno mallorcaSancho I de Mallorca, el Pacífico (1277/1324) re di Maiorca dal 1311 al 1324
Figlio di Jaime II di Maiorca continua l'opera del padre. Un eccellente politico e stratega riuscì a tenere in equilibrio il piccolo regno di Mallorca nel mezzo a due poderosi regni, quello Francese e Aragonese. Fece in modo da assicurale la successione pur non avendo figli. Segui leggendo Sancho I de Mallorca


regno mallorcaJaime III de Mallorca (1315/1349), el Temerario fu re di Maiorca dal 1324 sino al 1349.
Di fatto fu l'ultimo re di Maiorca. Venne esautorato e nel tentativo di riconquistare il regno venne ucciso nella bataglia di Llucmajor da Pere IV detto il cerimonioso
Segui leggendo Jaime III de Mallorca.

Jaime IV de Mallorca e Isabel de Mallorca furono esiliati.
Ultimo re Jaime IV, figlio fi Jaume III cerca invano l'appoggio della Francia per riconquistare il regno ma invano. Si Allea quindi con il Principe Nero (figlio di Edoardo III di Inghilterra) contro il Re di di Castiglia Pedro I ma nella battaglia di Nájera (1367) viene fatto prigioniero. Una volta liberato si allea con Luis de Anjou e attaccano la Catalogna ma Pere IV (consanguineo) respinge l'attacco. Ormai senza speranza si ritira a vicino Soria dove morirà nel 1375


Top







 

 

 

 

 

 

Itinerati turistici Spagna NAVIGA NEL PORTALE
INDICE DEL PORTALE
INDICE MAPPA DEL PORTALE
REGNO DI MAIORCA
REINO DE MALLORCA
REGNO DI MALLORCA
VOTA LA PAGINA -
Contribuisci a migliorarla
I -INSUFFICIENTE
S- SUFFICIENTE
B -BUONO

ISB

GRAZIE

INFORMAZIONI TURISTICHE 
Informazioni turistiche Visite guidate

DESCRIZIONI - STORIA - LEGGENDE

PER CONOSCERE LE ISOLE BALEARI


Isole Baleari
Palma de Mallorca
Menorca
Cartina monumenti e centro storico
Il regno di Maiorca
Jaime II de Maiorca
Sancho I de Mallorca
Jaime III de Mallorca
 
JAIME II DE MALLORCA
JAIME II DE MALLORCA
REGNO DI MAIORCA

Video di Perpignan

la Reggia dei Sovrani di Mallorca


carta medievale di perpignan
Perpiñan

Info Portalturismohotel Contatta Portalturismo info@portalturismohotel.com Lloret de Mar Spagna -

statistiche Valid HTML 4.01 Transitional Google Pagerank mérés, keresooptimalizálás Sito ottimizzato con TuttoWebMaster

LINK CONSIGLIATI - LINK EXCHANGE: