COSA VEDERE A MADRID

HOME PORTALTURISMOHOTEL
Tour Spagna Tour Portogallo Tour Andorra Tour Marocco weekend in spagna Home Portalturismohotel Español Accueil Portalturismohotel Fraçaise Home Portalturismohotel English Reisen katalog
Cerca in Portalturismohotel.com:
I veideo di Portalturismohotel
logo Portalturismohotel.com
ITINERARI TURISTICI MADRID
Guida turistica di Madrid gli Itinerari turistici: PAG. 8/9 Guida turistica di Madrid - a complemento degli Itinerari turistici descritti nelle pagine precedenti per conoscere Madrid" Le descrizioni fanno parte del percorso Madrid Walking Tour

NELLA PAGINA:
.- SEGUI LEGGENDO:
Precedente:
Quartiere Medievale Pag. 7/9
Successiva:
I Musei di Madridl Pag.9/9
» Indice della guida turistica di Madrid
» Madrid Walking Tour - » Cartina Madrid Grande
Link con tutti gli argomenti trattati
COSA VEDERE A MADRID

Alcune di queste descrizioni  fanno parte del Percorso N. 3 Tyssen Pl.S. Ana Casa Cervantes e de Vega

Barrio Lavapiés.
Il Barrio Lavapiés è il vecchio quartiere ebraico, la Judería, almeno sino alla riconquista avvenuta nel 1085 per parte di Alfonso VI. In seguito, gli arabi e gli ebrei furono costretti a vivere fuori dalle mura della città quindi vennero trasferiti nel Barrio Lavapiés. Per questo, nel quartiere hanno convissuto sinagoghe, chiese e chissà anche moschee. È certo comunque che il Barrio Lavapiés è stato uno dei primi sobborghi della città.

Nel XVI secolo continuava ad essere un quartiere mal frequentato dove vivevano personaggi di tutti i tipi e principalmente i "Picari", il rumore delle spade interrompeva il cigolio delle ruote dei carri che andavano verso il centro della città, infatti ci vivevano anche i carrettieri. Oggi oltre agli anziani di nazionalità spagnola, ci vivono diverse etnie, pachistani, cinesi sud americani e molti musulmani. Nel quartire oltre a diversi negozi delle varie etnie rimangono interessanti ristoranti e bar.
Nota sulla "Picardia". Se stessimo leggendo il Manzoni incontreremo i Bravi che possono dare l'idea del Picaro. Ebbene nei romanzi Spagnoli spesso, i Picari diventavano eroi a danno dei ricchi ma nella realta' erano personaggi che vivevano ai margini della societa' sfruttando le occasioni che potevano portargli denaro.

Plaza Lavapiés .
Questo è il cuore del Quartiere Ebraico nel centro storico. A sinistra la Calle de la Fe, che si chiamava Calle Sinagoga fino alla cacciata degli ebrei nel 1492 ( definitivamente espulsi nel 1614) .
Torna all'indice

La Iglesia de San Lorenzo (si trova nella calle Doctor Piga, 4) nasce sulle ceneri di un'antica Sinagoga, la sua importanza deriva dalla devozione degli abitanti del quartiere nei confronti di San Lorenzo.

Torna all'indice

Carcel de la Inquisición .
Il carcere della Inquisizione. Un ricordo agghiacciante della profonda intolleranza dei re cattolici e ovviamente della chiesa , si trova nell'angolo formato da Calle Cabezza Calle Lavapiés. L'ingresso, contrassegnato da una targhetta che ricorda l' ex carcere, oggi, è un deposito di legname. Qui gli ebrei , arabi e altri pagani peccatori impenitenti subirono le torture ideate da inquisitori spietati . Abbiamo già accennato al tema inquisizione nelle pagine di Barcellona e non ci sembra il caso di insistere sull'argomento.
Torna all'indice

Casa de Cervantes.
Una lapide ricorda la casa dove l'autore di Don Chisciotte della Mancia visse e morì . Il Don Quijote pubblicato nel 1605, è l'epica storia di un uomo con il sogno impossibile di diventare un cavaliere medievale. Ma a parte la trama, Miguel de Cervantes Saavedra (1547 -1616) ha scritto una delle opere più importanti della letteratura Spagnola ed inoltre, il Don Quijote de la Mancha, dopo la Bibbia, è uno dei libri più tradotti e letti nel mondo.
Note biografiche di Miguel de Cervantes.
Sappiamo che alcune sue poesie risalgono alla sua gioventù di quando si trasferì in Madrid (1566) dopo che la sua famiglia emigrò da Alcalá, suo paese di nascita, verso Valladolid, Cordoba e Sevilla. Si sa anche che questo fu il periodo in cui si avvicinò al teatro e che le sue prime poesie furono pubblicate nel 1569 in un libro di López de Hoyos che fu suo professore. Nello stesso anno in seguito a problemi giudiziari si trasferi' a Roma conoscendo Ludovico Ariosto ed i suoi poemi, che in qualche maniera influirono su Cervantes che nel proseguo della sua vita divenne poeta e drammaturgo.

In seguito, dopo essere stato al servizio del Cardinale Acquaviva con il quale viaggiò per l'Italia, si arruolò nei "Tercios", le truppe speciali, che parteciparono alla battaglia di Lepanto sotto il comando di Don Giovanni d'Austria (1571) nella quale perse parzialmente l'uso della mano sinistra. Mentre tornava in Spagna, fu fatto prigioniero e portato in Algeri dove venne trattenuto per 5 anni. La memoria di questo periodo di prigionia, le fughe e la meditazione gli ispirarono i primi capitoli del Don Quijote. Una volta che la famiglia pagò il riscatto, Cervantes tornò in Spagna (1580). Il ricordo dell' accaduto e la sua esperienza di prigioniero dei "Mori" gli fecero conseguire il primo lavoro e con questo vennero i primi amori. Ebbe una figlia da un'amante ed in seguito sposò Catalina de Salazar nel 1584 e l'anno successivo venne pubblicata la "Galatea" un romanzo pastorale, incompiuto e di scarso successo.

In seguito alla separazione (1586) divenne commissario della Armada Invincibile e poi un "recaudador de impuestos" che le valse la prigione per appropriazione indebita, dove incominciò a germogliare il Don Quijote de la Mancha. Miguel de Cervantes, nel 1604 si trasferì a Valladolid e l'anno successivo completò il primo capitolo del: El ingenioso caballero don Quijote de la Mancha. Negli anni seguenti pubblicherà i migliori lavori della sua vita che nel complesso lo porteranno sul podio dei grandi letterati di Spagna

Calle Cervantes
Torna all'indice

Casa de Lope de Vega.
La casa di Lope de Vega , un contemporaneo di Cervantes, è stata trasformata in un museo che mostra come era arredata la casa tipica di quel periodo.

Note biografiche di Lope de Vega y Carpio - Fénix de los Ingenios.
Considerato lo Shakespeare della letteratura spagnola, Lope de Vega (1562 -1635) ha scritto sonetti, poemi, romanzi e commedie in gran quantità ottenendo un grande successo di cui ha goduto durante la sua vita . La sua bravura, il suo estro, probabilmente è dovuto per l'aver vissuto tutte le esperienze, studiò presso i Gesuiti,  fu un militare nell'Armada Invencible, divenne segretario del Duque de Alba, fu un' amante discreto di molte donne, la prima si chiamava Elena Osorio e l'ultima, sebbene indossava l'abito talare era Martha de Nevares.  Si sposò in seguito con Isabel de Urbina e Juana de Guardo, e fu padre molte volte di una lunga schiera di figli legittimi e illegittimi che gli causarono anche molestie legali. Venne consacrato sacerdote nel 1614 ma continuò ad amare dedicando a Martha un poema: Amarillis. Il suo nome completo era Félix Lope de Vega y Carpio ma venne chiamato da Miguel de Cervantes: Fénix de los Ingenios. 
Era amico  di altri grandi scrittori e drammaturghi come  Calderon de la Barca , Tirso de Molina (suo discepolo), Quevedo e Juan Ruiz de Alarcón. Viene considerato uno dei più importanti tra i grandi poeti e drammaturghi spagnoli componendo migliaia di sonetti e commedie, novelle,  poesie e poemi epici.
Calle Cervantes 11
Torna all'indice

COSA VEDERE A MADRID : Plaza Santa Ana e El Teatre Español de Madrid
Plaza Santa Ana.
Questa piazza era luogo dove si ritrovavano i grandi della letteratura spagnola del 17 ° secolo , si trasformò nel cuore della cultura dell'età d'oro spagnola, e ora, è il centro della vita notturna di Madrid. Nella piazza si trova la statua relativa al grande drammaturgo Pedro Calderón de la Barca. La statua opera del Catalano Joan Figueras Vila - 1880. (Girona 1829 Madrid 1881)
 Nell'immagine, Plaza Santa Ana e El Teatre Español



El Teatro Español de Madrid.
El Teatro Español è ornato con i nomi dei più grandi drammaturghi di Spagna. Il teatro, ricostruito nel 1980 dopo un incendio , si trova nello stesso posto in cui sono state effettuate le rappresentazioni teatrali sin dal 16 ° secolo, a quel tempo era un ambiente chiassoso all'aperto chiamato Corral dove sin dall'epoca medievale, la gente assisteva alle rappresentazioni teatrali, talvolta manifestando la sua disapprovazione lanciando uova e resti di verdure etc. . Questi teatri di fortuna erano di solito installati in un terreno abbandonato tra gli edifici , e le famiglie affittavano i balconi che si affacciavano sulle spettacoli teatrali ai ricchi mecenati delle arti. Infatti inizialmente nel 1583 si chiamava El Teatro del Príncipe o Corral del Príncipe ed era un Corral de Comedias
Calle Principe, 25 / Plaza Santa Ana
Note biografice di Pedro Calderón de la Barca (1600 -1681)
Una vita intensa dovuta inizialmente alla sua formazione religiosa presso i gesuiti che abbandonò per rifugiarsi in Germania per problemi giudiziali inerenti a un omicidio,dove c'erano i parenti della madre Ana María de Henao,  in seguito divenne prima cavaliere e poi militare col grado di comandante. Quando fece ritorno a Madrid, iniziò a scrivere confrontandosi con Lope de Vega e una volta entrato nelle grazie di Filippo IV, venne introdotto nel mondo del teatro divenendo drammaturgo nell'epoca dell'apertura del palazzo di Buen Retiro (1635). Divenne anche sacerdote (1651) e cappellano del re.
Non a caso uno delle sue prose più studiate nelle scuole spagnole si chiama La Vida es Sueño. (1636) La casa di Pedro Calderón de la Barca la trovate in Calle Mayor 61.
Torna all'indice

COSA VISITARE : La Casa de Guadalajara Madrid
La Casa de Guadalajara, con una facciata in piastrelle di ceramica, uno degli edifici più belli di Madrid è attualmente un locale popolare. Si affaccia sul Teatro Español attraverso la Plaza Santa Ana.

Ristrutturato di recente, l' Hotel Victoria, in Plaza Santa Ana , è ora un Hotel di alto livello , ma un tempo era una residenza fatiscente frequentata da famosi e meno famosi toreri , tra cui il celebre Manolete .


Cine Doré
Un raro esempio di architettura Art Neveau a Madrid. Filmoteca
Calle Santa Isabel 3 Vedere video Madrid Medievale


Torna all'indice Indice guida tuistica Madrid



» Cartina monumenti itinerari turistici

Guida turistica della Spagna e Catalogna NAVIGA NEL PORTALE
INDICE DEL PORTALE
INDICE MAPPA DEL PORTALE

PORTALE: CITTÀ DELLA SPAGNA MADRID
COSA VEDERE A MADRID PAG. 8
ITINERARI TURISTICI MADRID
Guida turistica di Madrid
GUIDA TURISTICA MADRID

ITINERARIO MADRID PAG 9
LOCALIZZAZIONE DEI LUOGHI DESCRITTI NELLA PAGINA

VOTA LA PAGINA -
Contribuisci a migliorarla
I -INSUFFICIENTE
S- SUFFICIENTE
B -BUONO
I S B

GRAZIE

INFORMAZIONI TURISTICHE ITINERARI
Informazioni turistiche Visite guidate

DESCRIZIONI - STORIA - LEGGENDE
PERCORSI TURISTICI MADRID
Percorsi turistici dalla Puerta del Sol
PUERTA DEL SOL MADRID WALKING TOUR
STORIA MADRID MEDIEVALE
STORIA MADRID MEDIEVALE
STORIA DI MADRID
Storia di madrid  EVOLUZIONE STORICA DELLA CITTÀ
EVOLUZIONE STORICA DELLA CITTÀ
Informazioni musei di Madrid
INFORMAZIONI MUSEI DI MADRID
TURISMO MADRID

INFORMAZIONI TURISTICHE MADRID

Plaza Lavapiés - Madrid
Barrio Lavapiés- Madrid
Lavapiés Madrid

Barrio Lavapiés

San Cayetano
San Cayetano calle de Embajadores, numero 15 angolo callo Oso
Chiesa del XVII

VIAGGI ORGANIZZATI PER GRUPPI
PER VISITARE MADRID
TUTTI I VIAGGI ORGANIZZATI
Mete Turistiche per i tuoi Viaggi In Spagna Viaggi organizzati

VIAGGI SPAGNA LE METE TURISTICHE
I Tours: Tour Spagna Tour Portogallo Tour Marocco e Andorra
I TOUR SPAGNA MAROCCO PORTOGALLO.
Madrid y Castilla
TOUR SPAGNA MADRID AL REDEDOR 

Le case de Vega e lapide di Cervantes in calle cervantes madrid
Le case de Vega e lapide di Cervantes in calle Cervantes Madrid
Cine Doré Madrid
Cine Doré Madrid

 

Info Portalturismohotel Contatta Portalturismo info@portalturismohotel.com Lloret de Mar Spagna -

Valid HTML 4.01 Transitional Google Pagerank mérés, keresooptimalizálás Sito ottimizzato con TuttoWebMaster LINK CONSIGLIATI: